venerdì 21 agosto 2015

In cosa consistono le Giornate di Formazione?

di Elena Marchese
Tanto divertimento, un ambiente pieno di festa e giochi ma anche di formazione e preghiera: ingredienti di un “mix esplosivo” che rende questi giorni, una vera e propria “guida pratica” per sopravvivere e sapersi muovere nel mondo di oggi. La realtà nella quale ci troviamo infatti, richiede a noi giovani di prendere decisioni per le quali spesso non abbiamo la giusta preparazione, ci impone modelli di vita in cui non esiste verità o scopo. La sensazione che spesso ci capita di provare è quindi smarrimento e solitudine.
Credo che le Giornate di Formazione siano state istituite dalla Famiglia Religiosa del Verbo Incarnato proprio perché oggi noi ragazzi, non dobbiamo sentirci abbandonati e soli di fronte alla vita ma dobbiamo avere gli strumenti necessari per essere dei buoni cristiani, per rimanere il “sale della terra”.

Alle Giornate di Formazione si vivono “due mondi ed uno solo allo stesso tempo” perché, se da una parte l’atmosfera è così festosa da sembrare un’ anticipazione del Paradiso, dall’altra si sta ben piantati a terra grazie ad una formazione rigorosa e fedele agli insegnamenti della Chiesa.
Durante questi giorni infatti, si ha la possibilità di ascoltare conferenze riguardanti tematiche attualissime e di grande interesse (solo per citarne alcune di quest’anno: Islam, Ateismo, Ideologia Gender) ma anche spiegazioni sulla nostra fede. Tutto ciò al fine di formare un “cristiano responsabile” e con le mani ferme sul timone della realtà che lo circonda. 

Alle Giornate si sperimentano quindi “due mondi ed uno solo” perché chi partecipa vive e diventa testimone di due realtà (il divertimento e la formazione cattolica) che normalmente vengono considerati come assolutamente incompatibili e che invece in quei giorni, si fondono in una sola cosa.
Mi sembra di poter dire che chi partecipa alle giornate ha l’occasione di vedere con una chiarezza spiazzante, l’idea di umanità che aveva Dio al momento della creazione, ciò che dovrebbe essere la vita di un vero cristiano nella società: gioia, condivisione, impegno e fede. 

Le Giornate quindi, sono una via per crescere, per diventare uomini e donne, veri cristiani alla presenza di Dio e di Maria S.S e del mondo.




3 commenti:

  1. E' molto bello ciò che scrivi. Non so perché, ma mi ha fatto scattare qualcosa dentro leggere questo post. Anche se di speranza non ne ho molta in questo periodo. Ma mi piacerebbe vivere la gioia di cui parli ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vieni alle prossime Giornate di Formazione, allora;)

      Elimina
    2. Mi piacerebbe, ma non so quando si tengono e mi sembra siano distanti da dove abito. E poi ... non vorrei scombussolare la vita di nessuno. Sono già contento di sapere che tu stia bene, cara Elena. Un abbraccio.

      Elimina